Dipingere il pavimento?

 

Perchè no! Può essere una soluzione per rinnovare un ambiente con costi e tempi ridotti .

Le vernici per pavimenti sono a base di resine sintetiche speciali; prevalentemente adatte ad ambienti di tipo industriale, ludico, sportivo ma assolutamente utilizzabili anche per la propria abitazione apportandone così anche un tocco             di “industrial style“.

L’unica accortezza è avere la certezza che non ci sia umidità.

Se vi fosse ancora dell’umidità all’interno del pavimento, si potrebbe scollare la pellicola della pittura.

Pertanto se ne sconsiglia l’uso negli ambienti particolarmente umidi (come per esempio le cantine).

Fondamentale prima della posa è quindi assicurarsi che il pavimento sia perfettamente asciutto e pulito da polveri.

(Se il pavimento è di recente costruzione non abbiate fretta di verniciarlo e attendete pazientemente 6 e più mesi in modo tale che tutta l’umidita contenuta nel pavimento risulti evaporata.)

Come tecnica per rimuovere tutta la polvere dal pavimento, potete aiutarvi spargendo dei sacchi di segatura di legno a grana fine che, leggermente inumidita e stesa in modo uniforme, che sarà poi scopata via e riuscirà a trattenere tutto lo sporco e la polvere della superficie. Ancora una volta lasciare poi asciugare per bene il pavimento prima di procedere con la posa.

Altro accorgimento utile è quello di verificare la porosità del calcestruzzo /pavimento da ritinteggiare. Infatti, se risulta troppo liscio, offrirà alla pittura una minore possibilità di aderenza. Versandogli sopra un bicchiere d’acqua si noterà il suo comportamento: se l’acqua si ferma in superficie significa che il supporto non è sufficientemente poroso (e sarà necessario applicare una soluzione acida mescolando un litro di acido cloridrico in 4 litri d’acqua, stendere la soluzione sulla superficie e poi risciacquare. Come sempre lasciate asciugare);

se invece penetra con una certa rapidità allora il pavimento è poroso a sufficienza.

In entrambi i casi sopra descritti, andrà applicata  una mano di additivo fissatore  al supporto stendendolo sul pavimento in maniera uniforme aiutandosi con una spatola di gomma o un rullo a pelo lungo.

Il fissatore non deve formare una pellicola sul pavimento ma penetrare al suo interno; se quindi, dopo averlo steso si notano delle zone particolarmente lucide è il caso di carteggiarle con della carta vetrata fine in modo da rendere il supporto di una opacità omogenea.

Ora si è finalmente pronti a stendere la vernice per il pavimento iniziando dall’angolo più distante dalla porta e indietreggiando verso quest’ultima. Per stendere la vernice ci si può servire di un rullo a pelo corto adeguatamente “prolungato” con un bastone in modo da riuscire a verniciare stando in piedi .

Il pavimento verniciato sarà calpestabile nel giro di 2 o 3 giorni.

 

Condividi su...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento